Consigli utili

Scegliere il miglior conto corrente giovani: consigli utili


Per i giovani italiani trovare un posto di lavoro è abbastanza difficile. Questo a causa delle conseguenze della crisi economica, ancora ben presente nel Bel Paese, e di scelte politiche poco oculate e ancor meno attente alle esigenze dei più giovani. Nonostante queste ataviche difficoltà, c’è una buona fetta di giovani italiani che si rimboccano le maniche e si lanciano nel mondo del lavoro con tanta voglia di fare e di crescere. Per fare questo, però, i giovani hanno bisogno di racimolare denaro e di metterlo da parte. Ecco che, in questo contesto, la scelta del conto corrente giovani diventa fondamentale.

In tempi In tempi di precariato, i giovani possono pensare che quelle poche centinaia di euro che entrano alla fine del mese è meglio tenersele nel cassetto del comodino per pagare le spese piuttosto che portarle in banca. Eppure ci sono dei conti correnti pensati apposta per i ragazzi, in modo che abbiano l’opportunità sia di abituarsi all’idea del risparmio sia di avere uno strumento per ricevere o spedire dei soldi, a seconda del proprio bisogno.

Come scegliere il miglior conto corrente
I giovani che aprono un conto in banca, almeno inizialmente, raramente hanno una movimentazione elevata. Per lo più, infatti, i nostri ragazzi utilizzano il conto per ricevere lo stipendio, pagare le spese e prelevare dei contanti. Per scegliere la banca più conveniente, quella che offre una serie di servizi mirati a quei tre tipi di operazioni, quindi, è bene rivolgersi alle banche che permettano: l’invio e la ricezione di bonifici; la domiciliazione delle bollette di luce, gas, acqua e telefonia; la gestione online del conto corrente.

Se poi la banca offre la disponibilità di avere un libretto di assegni, una carta di credito o i pagamenti alla Pubblica amministrazione tramite il modello F24, tanto di guadagnato.

Questo pacchetto di servizi può servire come punto di partenza nella scelta di quale banca conviene per i giovani. Dopo questo, ci sono tanti fattori da valutare, ed è bene confrontare le varie opzioni, anche quelle online, che ci vengono offerte.

Uno degli elementi più importanti nella scelta della banca per i giovani è, senza dubbio, il costo del conto corrente. Questo, visto che si tratta di un conto di non grandissima operatività, dovrebbe avere dei costi molto ridotti, per non dire quasi azzerati. A questo proposito si può scegliere un conto a zero spese, con servizi limitati ma economicamente conveniente per chi utilizza la banca come semplice alternativa al materasso sotto i quali tenere i soldi.

In questo caso è bene verificare prima che si tratti effettivamente di un conto a zero spese, cioè che non ci siano almeno quelle variabili legate al numero e al tipo delle operazioni eseguite, così come le spese fisse, cioè quelle che si pagano per il semplice fatto di avere il conto.

Chiaramente è sempre meglio affidare i nostri risparmi a banche conosciute e sicure, in modo da stare alla larga da eventuali truffe.