Lino Banfi e Lorella Cuccarini contro la violenza sulle donne

Lino Banfi omaggia le donne al Teatro Brancaccio


Riflessioni, testimonianze e ironia: con questi ingredienti si è svolto ieri sera, al Teatro Brancaccio di Roma, lo spettacolo “Dedicato”, giunto alla seconda edizione, condotto da Lorella Cuccarini e diretto da Franco Miseria con Claudio Porcarelli.
L’iniziativa, ideata da Tiziana Di Vito, Presidente di “l’ApertaMente”, è un omaggio a tutte le donne che in ogni parte del mondo subiscono le più disparate violenze.
Sul palcoscenico si sono alternati diversi personaggi dello spettacolo, con tutti i buoni propositi di portare il loro contributo contro il triste fenomeno del femminicidio, che purtroppo ci vede di gran lunga primi in Europa, ma anche contro ogni forma di violenza nei confronti delle donne. Particolarmente significativi gli interventi di Lino Banfi, accompagnato dalla figlia Rosanna, che ha ricordato il valore delle donne e il suo rapporto con loro nel corso della sua brillante carriera artistica. E poi Simona Izzo, Giulio Scarpati, Paolo Conticini, nell’inedita veste di cantante, Simona Marchini, Mariangela D’Abbraccio, Rossella Brescia, Giusy Versace, Riccardo Rossi, e tanti altri.
La manifestazione è sostenuta da ONG che combattono per la tutela dei diritti umani a livello internazionale, come Non c’è Pace Senza Giustizia – Amref Health Africa – L.I.D.U. (Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo) – O.N.P.S. (Osservatorio Nazionale Permanente sulla Sicurezza)- Amnesty International – Unicef – Actionaid – Oxfam nonché Differenza Donna – Nosotras.
Prezioso per l’iniziativa anche il supporto della Fidapa – BPW ITALY, l’associazione internazionale composta da 11.500 donne in Italia, rappresentata dalle socie Marina Corazziari, stilista di gioielli conosciuta a livello internazionale, che ha partecipato con un “Tableaux Vivants”, modelle con gioielli. Daniela Troina Macrì – Onartediem ha invece esposto la sua opera “Protezione senza prevaricazione”. E’ stato, inoltre, messo a disposizione il vademecum sulla violenza “Capire per salvarsi “, realizzato dalle sezioni Fidapa di Roma e Roma Campidoglio.

Alcuni momenti dello spettacolo: